Spediamo in tutta Europa
spagna
italia
inghilterra
germania
europa
francia
Cerca
Close this search box.

Stampanti 3D per l’Educazione

Rivoluziona l'apprendimento con la tecnologia 3D: stampanti accessibili, laboratori creativi e innovativi progetti didattici per coinvolgere e ispirare studenti di tutte le età
stampanti 3d educational educazione 3dcut università formazione

La stampa 3D ha trasformato l’ambito dell’istruzione, offrendo un’incredibile varietà di opportunità sia nelle scuole secondarie che nelle università. Nei corsi tecnici, le stampanti 3D sono diventate strumenti fondamentali, permettendo agli studenti di esplorare concetti complessi attraverso la prototipazione rapida e la creazione di modelli tridimensionali. I laboratori STEAM (Science, Technology, Engineering, Arts, Mathematics) stanno adottando sempre più questa tecnologia per incoraggiare la creatività e lo sviluppo delle competenze digitali.

Le stampanti 3D sono anche parte integrante dei piani PNNR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), promuovendo l’innovazione e la modernizzazione del sistema educativo attraverso progetti di ricerca e sviluppo. Questa tecnologia non solo prepara gli studenti per le carriere del futuro, ma li ispira a pensare in modo critico, risolvere problemi e collaborare in modo interdisciplinare.

Ecco come le stampanti 3D sono utilizzate nelle scuole secondarie e nelle università:

Progetti di Ingegneria e Design: Gli studenti di ingegneria e design sfruttano le stampanti 3D per creare prototipi funzionali dei loro progetti. Possono progettare e stampare modelli di case eco-sostenibili, veicoli a energia solare o dispositivi medici innovativi.

Laboratori STEAM: Le scuole integrano sempre più i concetti di scienza, tecnologia, ingegneria, arte e matematica (STEAM) nei loro programmi educativi. Le stampanti 3D sono uno strumento prezioso per i laboratori STEAM, consentendo agli studenti di esplorare concetti complessi attraverso l’esperienza pratica e la creazione di prototipi.

Progetti PNNR: Nei piani per il Nuovo Rinascimento dell’Istruzione (PNNR), le stampanti 3D svolgono un ruolo chiave nell’implementazione di metodologie di apprendimento attivo e partecipativo. Gli studenti possono lavorare su progetti interdisciplinari che coinvolgono la progettazione, la stampa e l’analisi di oggetti fisici, promuovendo la creatività e la collaborazione.

Risorse didattiche personalizzate: Le stampanti 3D consentono agli insegnanti di creare risorse didattiche personalizzate per gli studenti con esigenze specifiche. Possono stampare modelli tattili per gli studenti non vedenti o dispositivi di apprendimento interattivi per gli studenti con disabilità cognitive.

Progetti di Ricerca Universitaria: Nelle università, le stampanti 3D sono ampiamente utilizzate nei progetti di ricerca interdisciplinare. Gli studenti e i ricercatori possono sfruttare questa tecnologia per creare modelli anatomici per la chirurgia, prototipi di dispositivi medici o strutture complesse per la ricerca ingegneristica.

Utilizzando le stampanti 3D in questi contesti educativi, gli studenti hanno l’opportunità di sviluppare competenze pratiche, stimolare la creatività e affrontare sfide reali attraverso l’innovazione tecnologica.

Supporto Università Italiane

Presenza nelle Università Italiane: 3DCUT ha consolidato la propria presenza presso le migliori università italiane, offrendo soluzioni avanzate di stampa 3D e servizi di formazione. Attraverso collaborazioni con istituti accademici di alto livello, quali Politecnico di Milano, Università degli Studi di Bologna e Università di Padova, 3DCUT ha contribuito a integrare la stampa 3D nei curricoli accademici e nei progetti di ricerca. I nostri esperti forniscono supporto completo, garantendo un elevato grado di formazione e assistenza per massimizzare il potenziale delle stampanti 3D nelle attività didattiche e scientifiche.

Il Sistema di Prototipazione PEEK all’Università Sapienza di Roma: 3DCUT ha recentemente implementato un sistema completo di prototipazione con materiali avanzati presso l’Università Sapienza di Roma. In collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale, abbiamo installato una stampante 3D specializzata nella lavorazione del PEEK, un polimero ad alte prestazioni ampiamente utilizzato nei settori industriale più complicati. Questa partnership strategica consente agli studenti e ai ricercatori di Sapienza di accedere a tecnologie all’avanguardia per lo sviluppo di prototipi innovativi e la ricerca scientifica di alto livello.

sapienza stampante 3d peek 3dcut

Tecnologie

 

Scopriamo insieme le principali tecnologie di stampa 3D utilizzate nel settore manifatturiero e le loro applicazioni pratiche:

FDM (Fused Deposition Modeling): Questa tecnologia utilizza un filamento termoplastico che viene estruso attraverso un ugello riscaldato e depositato strato dopo strato per creare l’oggetto desiderato.

SLA (Stereolithography): In questo processo, un laser UV viene utilizzato per solidificare uno strato di resina fotosensibile liquida su una piattaforma, strato dopo strato, fino a formare l’oggetto desiderato.

SLS (Selective Laser Sintering): Utilizza un letto di polvere termoplastica che viene fuso selettivamente da un laser per creare gli strati dell’oggetto. Questa tecnologia è particolarmente adatta per la produzione di parti complesse e funzionali.

DMLS (Direct Metal Laser Sintering): Simile al SLS, ma invece di utilizzare polveri termoplastiche, utilizza polveri metalliche che vengono fuse insieme da un laser per creare parti metalliche.

Condividi l'articolo:

Articoli Collegati:

Richiedi Preventivo

Compila i Campi qui sotto per Ottenere un preventivo Personalizzato

Richiedi Informazioni

Compila i Campi qui sotto per Ottenere le informazioni

Richiedi una Consulenza

Compila i Campi qui sotto per Ottenere una consulenza Personalizzata